Pro e contro delle strutture in legno

January 13, 2017

Il legno nelle strutture ha una serie di peculiarità e vantaggi che vanno conosciuti al momento della scelta del sistema costruttivo:

  • il legno è un materiale relativamente leggero rispetto alla sua resistenza;
  • è ecologico. Nel senso che è una risorsa rinnovabile, richiede poca energia per essere utilizzato, è riciclabile (non produce scorie al momento della demolizione), non produce scorie dannose al momento della messa in opera (come il cemento), i suoi scarti di lavorazione sono tutti utilizzati;
  • è facilmente lavorabile anche in opera;
  • si possono creare strutture senza particolari vincoli (travi curvi, luci ampie) mantenendo un buon rapporto costi/benefici;
  • è usato in strutture di civile abitazione elimina facilmente i ponti termici;
  • rende veloce la costruzione di un edificio eliminando i tempi di armo e disarmo, oltre a “costringere” a una certa prefabbricazione;
  • ha un altissimo rapporto resistenza/peso;
  • durata: una delle domande che ricorrono più frequentemente: quanto dura una casa in legno? E una in CA?;
  • resiste al fuoco: Le buone proprietà del legno sotto questo aspetto sono note. Possiamo ricordarle velocemente:
  1. lenta e progressiva perdita delle prestazioni strutturali (invece di schianto istantaneo);
  2. diverso approccio: strutture solitamente non puntuali ma distribuite;
  3. anche in questo caso conta il sistema, non il singolo elemento.
  • Resistenza sismica. E’ nota la grande resistenza sismica delle strutture in legno. Non possiamo parlarne approfonditamente perché essa dipende dallo specifico sistema costruttivo. Probabilmente avrete sentito parlare della prova superata dall’edificio di 7 piani costruito in x-lam in Giappone (ha resistito al terremoto di Kobe del 1995). Bisogna ricordare che:
  1. A parità di resistenza strutturale ai carichi, la resistenza sismica nelle strutture in legno è quasi un “valore aggiunto”, un beneficio che ha costo zero perchè è insita nell’elasticità del materiale. L’unica attenzione sarà da prestare ai nodi, determinanti. Può sembrare paradossale, ma a volte i nodi più semplici (chiodo) offrono ottimi risultati e rispondono perfettamente alla nuova normativa.
  2. A parità di sisma, una struttura in legno oltre a garantire la permanenza garantisce ripristini (eventuali) molto più modesti ed economici rispetto al CA, che rimanere in piedi con lesioni tali da diventare labile e inutilizzabile;
  • Costi. Principio di base: un edificio a struttura portante in legno STANDARD mediamente costa un po’ meno (10, 20%) di un edificio tradizionale a parità di allestimento. Ma se paragoniamo le prestazioni, il vantaggio a favore del legno è più marcato. Certo che i capolavori d’architettura con bei dettagli e legno a vista richiedono perizia e hanno un costo adeguato.